Trasimeno.ws

L'Umbria ha un cuore verde e un lago blu il Trasimeno

Home L'arte La storia I musei Il folclore Parchi Itinerari Isole Traghetti





Panicale



Panicale, per la sua posizione dominante sia sul lago Trasimeno e sia sulla val Nestore, è da sempre stato un borgo fortificato.

Panicale
Panicale

La storia ci dice che esisteva già nel 907 e che nel 1037 fu il primo libero comune italiano e che qui nacque Paneri Giacomo molto più noto come Boldrino da Panicale, Capitano di Ventura morto nel 1391.

Ancora oggi buona parte del paese è dentro le mura di cinta.

Panicale
Panicale

Breve giro dentro Panicale

Parcheggiamo l'auto sotto le mura ed entriamo in Panicale da porta Perugina.

Porta Perugina
Porta Perugina in una foto di epoca
Porta Fiorentina
Porta Fiorentina

Già sotto l'arco della porta la prima sorpresa: la mappa di Panicale realizzata in formelle di ceramica.

Usciamo dall'arco ed entriamo in Piazza Umberto I dove troviamo una fontana in travertino del 1473.

Saliamo verso la Collegiata di San Michele Arcangelo che visitiamo.

La Collegiata è la classica chiesa d'arte ... un vero piccolo museo con al suo interno opere del Caporali e di Masolino da Panicale.

Annunciazione della Vergine di Masolino da Panicale XV sec.
Annunciazione della Vergine di Masolino da Panicale XV sec.
Adorazione dei pastori e Eterno con Angeli musicanti di Giovan Battista Caporali 1519
Adorazione dei pastori e Eterno con Angeli musicanti di Giovan Battista Caporali 1519
Collegiata di San Michele Arcangelo
Collegiata di San Michele Arcangelo

Portatevi molte monetine per poter accendere l'illuminazione ... la chiesa è molto buia!

Usciamo dalla chiesa di San Michele Arcangelo e proseguiamo a salire prendendo la strada di sinistra dove troviamo la casa di Boldrino da Panicale (è facilmente riconoscibile dagli stemmi posti in facciata).

Continuiamo a salire ed arriviamo in piazza Re Umberto e poi in piazza Masolino (da Panicale).

piazza Re Umberto
Fontana del 1473 in piazza Re Umberto I

Qui troviamo il trecentesco Palazzo del Podestà.

Siamo arrivati nel punto più in alto di Panicale.

La vista panoramica da quassù è ottima.

Scendiamo verso via Sellari per arrivare in via Cesare Caporali ove troviamo l'omonimo teatro comunale.

Continuiamo a scendere fino a giungere a Porta Fiorentina che ci immette nella larga piazza Regina Margherita.

Ci godiamo un bel periplo delle mura per via del Fosso Stretto con visione del Lago Trasimeno fino a tornare su Piazza del Municipio.

Panicale Chiesa di San Sebastiano - Martirio di San Sebastiano
Chiesa di San Sebastiano - "Martirio di San Sebastiano"

Siamo ritornati al punto di partenza ... ma la visita non è ancora finita.

Andiamo o torniamo all'ufficio informazioni e "proviamo a chiedere di farci aprire" la Chiesa di San Sebastiano.

Non si può dire di aver visitato Panicale se non si vede il "Martirio di San Sebastiano" dipinto dal Perugino ed esposto nell'omonima chiesa.

Panicale

Panicale, insieme a Castiglione del Lago e Paciano, è nel ristretto club dei "Borghi più belli d'Italia" .. non per caso!

La mappa cliccabile del Lago Trasimeno

Per raggiungere Panicale si possono usare la SS71 Umbro - Casentinese per le provenienze da Castiglione del Lago e da Chiusi o la SS Pievaiola per le provenienze da Perugia.

Panicale non è servita direttamente da stazioni ferroviarie.

San Michele Atcangelo

Chiudiamo con una segnalazione.

Un po' dappertutto si può comprare un libro che è una vera miniera di informazioni su:

Mongiovino - Panicale - Paciano - Città della Pieve

Visita guidata nel lembo di ponente della Provincia di Perugia di Leo Francesco Lorenzini

Il libro, di 213 pagine, non costa pochissimo, ma stra ... vale il suo prezzo.

AugurandoTi una buona visita sul Lago Trasimeno ... Ti consigliamo di prenotare con Noi la Tua vacanza usando Booking.com

Qui di seguito alcune offerte last minute per i prossimi due giorni su alcune delle strutture presenti sul Lago Trasimeno

Booking.com